Team

L’avventura del team Rosso Corsa Edard nel campionato italiano di velocità ha inizio sotto il sole spagnolo a Cartagena. Si è trattato di un primo test conoscitivo tra il team ed il pilota Marco Bussolotti che ha portato alla luce ottimi risultati e grande sintonia. Si è lavorato duramente per apportare le prime modifiche alla Yamaha R6 portandola a raggiungere un ottimo setting da gara in pochi giorni. Il debutto italiano del team si è tenuto invece a Misano, il 9 e 10 marzo, dove il pilota Marco Bussolotti ha raggiunto ottimi risultati conquistando un miglior tempo su giro di 1.40.3. Dopo un inizio così promettente il team è fiducioso di raggiungere risultati ancora più incoraggianti nel prossimo test che si terrà il 18 marzo fra le colline del Mugello.

  

 

27  marzo 2018: siamo nuovamente a Misano per l’ ultimo test prima dell’inizio del C.I.V.. Il lavoro iniziato nell’ultima prova è stato completato raggiungendo un set up ottimale della moto. È stata una giornata molto impegnativa incentrata sulle prove telemetriche volte a trovare il giusto equilibrio fra motore, sospensioni e parte elettronica. La moto è pronta ed i risultati raggiunti eccellenti. Il pilota ed il team sono molto soddisfatti e aspettano con ansia la gara per verificare l’esito del lavoro svolto. Non resta che attendere il 7 aprile, giorno in cui il circuito di Misano avrà l’onore di ospitare l’inizio del campionato.

 

            

 

PRIMO ROUND MISANO  06 - 07 - 08 APRILE 2018

Rossocorsa fa il suo debutto nel Campionato Italiano Velocità dopo ben 18 anni di assenza dalle gare. Il nuovo team Rossocorsa Edard inizia questa avventura partecipando ai campionati: SuperSport 600 con Marco Bussolotti (Yamaha R6), SuperSport 300 con Michael Carbonera (Yamaha R3) e Nathional Trophy  con Matt Price (Yamaha R1). Creare il team è stato un lavoro importante che ha comportato ricerche sia per quanto riguarda la scelta dello staff che degli sponsor e dei piloti nel tentativo di creare una squadra in grado di lavorare al meglio e che possa raggiungere risultati significativi. Dopo i test invernali effettuati a Misano, Jerez e Cartagena finalmente ci troviamo ad affrontare la prima qualifica dell’anno nel Misano World Circuit e gli esiti sono eccezionali. L’ottimo lavoro della squadra si è reso visibile dai risultati ottenuti, soprattutto per quanto riguarda la SS600. Il pilota Marco Bussolotti ha mantenuto nelle prove libere un buon passo di gara ottenendo un best lap di 1’39.770 e migliorandosi in qualifica 1 posizionandosi al secondo posto a soli 10 millesimi dal primo classificato, con un tempo di 1’39.086. Ciò gli ha consentito di gareggiare partendo da un’ottima posizione.

 La supersport 600 parte con Marco Bussolotti al secondo posto sulla griglia di partenza. Si è trattato di una gara complessa vista la forte vicinanza fra i piloti che lo ha portato dopo alcune curve in 4° posizione. Dopo una rimonta che lo ha visto in testa per ben 4 giri si è ritrovato a perdere terreno a causa di un problema al cambio. Una successiva rimonta gli ha consentito di mantenersi a lungo nella rosa del podio ma il ripresentarsi del problema lo ha costretto a concludere la gara al 4° posto per soli 20 centesimi di secondo dal terzo classificato. In gara 2 vediamo partire Bussolotti sempre in seconda posizione e mantenerla  per i primi giri. La gara è molto combattuta e le posizioni cambiano in continuo visti gli otto piloti che si danno battaglia nei primi posti e si mostrano protagonisti dal primo all’ultimo giro. Bussolotti riesce a stabilizzarsi in terza posizione, che mantiene fino a due giri dalla fine per poi conquistare il secondo posto infilandosi in curva. Con un ulteriore sorpasso riesce a trovarsi in testa alla gara per un giro ma conclude la gara in seconda posizione. In questo modo il team conquista il primo podio del campionato già alla prima uscita! 

Gara 1 della supersport 300 vede Carbonera sfavorito in 40° posizione a causa di un problema elettrico verificatosi durante le qualifiche. Malgrado ciò il pilota riesce a terminare la gara guadagnando il 26° posto con un miglior giro di 1’54.827. In gara 2, nonostante partisse nuovamente dalla 40° posizione vi è stato un buon inizio gara, non privo di complicazioni viste le diverse cadute che hanno rallentato il pilota e il tamponamento subito. A dispetto delle diverse complicazioni è riuscito ad ottenere il 23° posto migliorando ulteriormente il suo posizionamento rispetto alla prima gara. C’è da tenere in considerazione l’età del pilota rispetto al suo compagno di team, l’assenza di mesi dalle piste ed il fatto che la moto non possa considerarsi del tutto ultimata. Detto ciò possiamo dirci positivi rispetto al suo lavoro ed ai miglioramenti ottenuti. 

Il team Rosso Corsa Edard è presente anche nel campionato National Trophy 1000 con il pilota Matt Price che vi ha partecipato anche l’anno scorso guidando una Kawasaki. In questo campionato l’australiano si trova a dover affrontare alcune difficoltà, innanzi tutto la presenza di piloti di spessore che hanno partecipato al mondiale ed inoltre il passaggio da una Kawasaki ad una Yamaha. Nonostante queste problematiche ed il fuso orario ha mostrato buoni risultati nelle prime prove libere con un miglior tempo di 1’53.589. Durante il secondo giorno di prove ha avuto alcuni problemi tecnici che lo hanno sfavorito nelle qualifiche portandolo a posizionarsi 30° in griglia di partenza ed a concludere la gara al 23° posto. Abbiamo di fronte un percorso ancora molto lungo in cui il pilota avrà tutto il tempo per prendere confidenza con la moto, del tutto nuova, ed il team. Anche in questo caso possiamo dirci positivi visti i risultati ed il contesto di questa prima gara.

 

 

 

SECONDO ROUND MISANO  04 - 05 - 06 MAGGIO 2018

Il secondo round del CIV si è tenuto nel circuito del Mugello. Si è trattato di un weekend di gara caratterizzato da condizioni meteorologiche variabili che hanno messo a dura prova team e piloti, obbligandoli a lavorare su diverse soluzioni per raggiungere la migliore strategia di gara.
Il giovedì del campionato è una giornata di verifiche tecniche e sportive. Per i piloti il primo turno é servito ad adattare il set up, per poi nei turni successivi lavorare alla ricerca di nuove soluzioni riguardanti il bilanciamento della moto.
Per la categoria Supersport 300 sono inoltre state apportate significative modifiche conferendo alla moto una gestione elettronica del tutto nuova. La giornata piovosa ha consentito inoltre di provare le gomme rain preparando il team all'eventualità di una gara sull'asfalto bagnato.
Venerdì, a seguito di una mattinata di prove libere, abbiamo affrontato i turni di qualifica 1. Tutto il lavoro preparato nei turni di giovedì è stato sfruttato è ottimizzato indipendentemente dalle condizioni della pista, non completamente asciutta a causa della pioggia dei giorni precedenti.
Nonostante ciò abbiamo raggiunto ottimi risultati conquistando la prima posizione in qualifica 1 nella categoria Supersport 600 siglando il crono di 1'55.251, ben distaccato dal secondo qualificato, aggiudicandosi così la pole provvisoria.
Per quanto riguarda la Supersport 300 e la National Trophy abbiamo cercato nuove soluzioni per adattare la ciclistica alle esigenze fisiche dei piloti.
Dopo due giornate di prove finalmente nel weekend il lavoro del team viene concretizzato attraverso le qualifiche e le gare.
Qualifica 2 della Supersport 600 è stata caratterizzata da un eccessivo traffico che ha impedito al pilota Marco Bussolotti di sfruttare la gomma da tempo. Nonostante ciò Bussolotti è riuscito a conquistare la seconda posizione in qualifica garantendosi la pole position in griglia di partenza. Per quanto riguarda la Supersport 300 a causa di un problema elettronico non è stato possibile qualificarsi per la gara mentre la National Trophy 1000 vede Matt Prince in una 31° posizione di spessore visti i piloti blasonati con cui si trova a gareggiare.
Gara 1 della Supersport 600 vede Bussolotti partire in seconda posizione sulla griglia di partenza. Il gruppo di piloti leader di gara si è subito distanziato dagli altri ed è stato protagonista di una sfida agguerrita. Per 4 giri Bussolotti ha guidato il gruppo mantenendo la prima posizione. Gli ultimi giri di gara sono stati combattuti, caratterizzati da sorpassi e recuperi ed è terminata portando a casa la quarta posizione a soli quattro decimi dal primo classificato.
Nella giornata di domenica si è svolta la gara della National Trophy 1000. Matt price, dopo la qualifica del sabato che lo ha visto posizionarsi al 33° posto, ha migliorato la sue prestazioni schierandosi 31° in qualifica 2. La griglia di partenza di domenica lo ha visto partire in 33° posizione e a seguito di una gara combattuta concludere al 28° posto, guadagnando ben 5 posizioni.
La Supersport 600 apre la giornata conclusiva del secondo round del campionato con un warm up nel quale sono state provate diverse soluzioni al fine di adattare la moto alle condizioni meteo previste. I risultati sono stati positivi e hanno portato Bussolotti in cima alla classifica, con un tempo di 1'55.029.
Gara 2 ha inizio con Bussolotti secondo in griglia. Dopo una partenza non del tutto positiva, costatagli un paio di posizioni, il pilota è riuscito a prendere terreno e guadagnare nel secondo giro la prima posizione. Con grande determinazione ha condotto la gara per 11 giri, senza lasciar modo agli avversari di insinuarsi per rubargli la scena. Purtroppo negli ultimi 2 giri gli equilibri creati fra i piloti leader di gara si sono spezzati portando ad una guerra di sorpassi che ha visto Bussolotti perdere posizione e concludere la gara al 4° posto a soli 0.476 di distanza dal primo classificato.
Si conclude così il secondo round del CIV, lasciando al team diversi spunti per il lavoro che dovrà essere svolto in attesa del prossimo weekend di gara che si terrà il 22/23/24 giugno ad Imola.

 

 

TERZO ROUND MISANO  22 - 23 - 24 GIUGNO 2018 

Il terzo round del CIV si è tenuto nel circuito Imolese. Dopo un'accoglienza soleggiata la prima giornata di prove libere ha avuto inizio sotto la pioggia. Le condizioni meteo hanno reso particolarmente complicato lavorare e sperimentare soluzioni alternative in previsione delle gare del weekend. Nelle giornate di venerdì e sabato si sono tenute le qualifiche.

Per quanto riguarda la prima qualifica della Supersport 600 il pilota Marco Bussolotti si è concentrato sul passo di gara e sulla ricerca del feeling con la moto, visti i cambi che sono stati effettuati alle gomme e sospensioni. Il traffico che si è creato in pista non ha consentito di sfruttare il vantaggio sulla gomma e di lavorare alla ricerca del tempo. La seconda qualifica del weekend è risultata molto positiva in quanto ha consentito al pilota di conquistare la seconda posizioni in griglia di partenza, aggiudicandosi un buon vantaggio in vista delle gare.

Le qualifiche della Supersport 300 si sono svolte sulla pista asciutta e questo ha consentito al pilota di migliorarsi rispetto alle prove libere e di risalire nella classifica.

Anche in questo caso si è lavorato maggiormente sulla ricerca del feeling fra la moto ed il pilota, sulla ciclistica e sulla ricerca del giusto compromesso col rapporto finale di trasmissione.

Il weekend di gara della Supersport 300 inizia in 26° posizione per Michael Carbonera. La partenza è ottima ma nel corso dei primi giri, a causa di un contatto fra piloti, si è ritrovato a perdere diverse posizioni fino ad arrivare 35°. Nonostante questa complicazione Carbonera è riuscito a recuperare terreno concludendo la gara in 20° posizione.

La gara di domenica ha rappresentato un ulteriore miglioramento. La griglia vede Carbonera partire nuovamente in 26° posizione ma con costanza e determinazione riuscire a recuperare terreno fino a concludere la gara al 17° posto. Con questa gara il pilota raggiunge il suo miglior tempo nel circuito di Imola con un giro veloce di 2'10.368.

La prima gara della Supersport 600 vede Bussolotti secondo in griglia di partenza. il pilota si ritrova alla prima staccata in terza posizione, ciò non gli ha impedito comunque di condurre la gara nella rosa dei piloti leader. La strategia di gara è stata quella di preservare le gomme per gli ultimi giri consentendo al pilota di spingere nel final lap. Il sorpasso nell'ultima staccata gli ha permesso di guadagnare la seconda posizione siglando il crono a 1'53.204, ad una distanza minima dal primo classificato.

Il terzo round del civ si conclude per il team Rossocorsa con la seconda gara della Supersport 600. In griglia troviamo Marco Bussolotti in testa al gruppo. A causa di una brutta partenza e diverse cadute la bandiera rossa costringe i piloti a rientrare al box e dopo un quick start ricominciare la gara.

Nella prima parte di gara Bussolotti riesce a mantenere la prima posizione finché all'ottavo giro Roccoli prende terreno ed ha inizio la bagarre fra i due piloti.

Questa si protrae fino a pochi secondi dalla fine, quando all'ultima variante, con un staccata spettacolare, riesce a sorpassare all'esterno Roccoli guadagnando il primo posto sul podio della stagione. Grazie a queste ultime due gare Bussolotti riesce a scalare la classifica ottenendo il primo posto in campionato.

Questo weekend a Imola ci ha regalato grandi emozioni e ha permesso di raggiungere ottimi risultati ad entrambi i piloti, portando il morale e la motivazione di questo team esordiente a livelli sempre più alti. Attendiamo con grande fermento il prossimo round che si terrà a Misano a fine luglio.

 

 

QUARTO ROUND MISANO  27 - 28 - 29 LUGLIO 2018 

Sotto il sole cocente di Misano si è concluso il 4’round del CIV, ed anche questa volta è stato molto il lavoro svolto dai piloti e dal team.
Il venerdì è trascorso tra prove libere e qualifiche.
Per Bussolotti sono ottimi i risultati, lo vediamo infatti in cima alla classifica del primo turno di prove libere con un miglior tempo di 1,39.535; risultato anche il miglior tempo su giro dell'intera categoria. Nella prima qualifica ci siamo concentrati sulla ricerca di soluzioni per quanto riguarda l'assetto ed il bilanciamento della moto, ma a causa del traffico in pista non si è potuto sfruttare la gomma da tempo terminando la Q1 al 4' posto.
Le prove libere hanno visto la nostra 300 arrivare in 21' posizione, con un miglioramento del passo di gara. Molto lavoro è stato fatto dai nostri tecnici per permettere al pilota di avere maggiori prestazioni per affrontare la qualifica, ma a causa dell'eccessivo traffico formatosi la Q1 termina con una 26' posizione.
La prima qualifica del nuovo pilota, Filippo Palazzi, nel team Rossocorsa lo vede schierarsi in 22'posizione; le modifiche apportate dopo le prove libere che lo avevano visto arrivare in 12' posizione non hanno fruttato come sperato.

A seguire le giornate di verifiche e prove libere nel weekend abbiamo lavorato per la seconda qualifica ed in vista delle gare.

La Q2 della SS600 si è conclusa con un’ottima prima posizione per Marco Bussolotti che in questo modo si è aggiudicato la pole position per le due gare del weekend.
L'intenzione è stata quella di lavorare sul passo di gara entrando quindi in pista con le gomme da gara, anche per capire come utilizzarle in base alle condizioni climatiche.
Le condizioni di traffico hanno impedito al pilota di dare il massimo e lo hanno costretto a tornare in box. Dopo aver affinato la sospensione anteriore Bussolotti rientra in pista e a pochi minuti dal termine del turno riesce a guadagnarsi la super pole realizzando il miglior tempo dell'intera categoria!
Grazie alle ottime qualifiche di questi giorni la prima gara della Supersport 600 ha inizio con la pole position. La partenza non è delle migliori e vede Bussolotti perdere posizioni. Il recupero è stato veloce e la gara continua con Bussolotti determinato a restare nella rosa del podio. Termina infatti con il terzo posto e con la voglia di dimostrare di più in gara 2.
La seconda gara ha inizio sempre in pole position. Una brutta partenza porta Bussolotti a perdere diverse posizioni, ma il vero problema si dimostra lo sterzo, che essendo eccessivamente duro dall'inizio della gara gli impedisce di guidare come avrebbe voluto. Nonostante la difficoltà Bussolotti ha lottato per rimanere nel gruppo dei piloti leader concludendo la gara con un quinto posto, rimanendo comunque in cima alla classifica del campionato con 131 punti.

La Q2 della SS300 ha portato ad alcuni miglioramenti, in primis del tempo che è sceso a 1'52.477. Si è lavorato sul passo di gara e su alcune soluzioni per rendere la moto più performante in vista della gara del pomeriggio. Si è trattato di un turno abbastanza pieno dove si sono replicate le condizioni di traffico del giorno precedente, condizioni che hanno impedito la ricerca del best lap.
La prima gara della 300 vede il nostro pilota 26' in griglia. Dopo una buona partenza ed un recupero di diverse posizioni, a causa di una bandiera rossa Carbonera è costretto a rientrare ai box per prepararsi alla quick start. Il rientro in pista è stato complicato da un problema al cambio che ha messo a dura prova il pilota portandolo a terminare la gara in 29' posizione.
Nella tarda mattinata di domenica si è tenuta la seconda gara della SS300. La griglia di partenza vede Carbonera partire nuovamente in 26' posizione. Le problematiche del giorno precedente si replicano, dopo una brutta partenza generale e diverse cadute viene data la bandiera rossa ed i piloti sono costretti a rientrare ai box per prepararsi alla quick start. Nonostante l'inizio problematico la gara si svolge in maniera soddisfacente in quanto il pilota riesce a recuperare diverse posizioni tagliando il traguardo al 17' posto.

La seconda qualifica di Palazzi è risultata molto soddisfacente visto il passaggio dal tempo di 1'54.285 della Q1 a 1'51.842. Si è trattato di una qualifica molto combattuta in cui il pilota ha lavorato sulla ricerca del feeling con il suo mezzo. Bisogna infatti ricordare che si tratta di una moto provata soltanto negli ultimi giorni, con un motore standard e sulla quale si lavorerà in vista del prossimo appuntamento al Mugello.
La prima gara del nostro nuovo pilota inizia in 19' posizione in griglia. La partenza è ottima e lo porta a recuperare diverse posizioni permettendogli di condurre la gara in 10 ' posizione per diversi giri. Nonostante le problematiche riscontrate nel rettilineo a causa dei cavalli in meno il pilota si è lanciato a pieno gas nelle curve mostrando tutta la sua grinta. La gara è terminata con un 13' posto e tanti spunti sul quale lavorare.
Gara 2 vede Filippo Palazzi schierato 19' in griglia. La partenza è buona e da subito possiamo notare la determinazione e la voglia di dimostrare al nuovo team il suo potenziale. Nonostante la difficoltà nel gestire una moto del tutto nuova, non evoluta e performante come quelle avversarie la gara termina con un 16' posto. Il lavoro da fare per preparare la moto in vista del prossimo round del CIV e rivedere Palazzi conquistare il podio come già ha fatto quest'anno al Mugello ed a Imola è molto, ma noi siamo pronti e non vediamo l'ora di vedere la nostra premoto3 in testa!

Da Misano è tutto, ci rivediamo il 21/22/23 settembre al Mugello per il quinto round del CIV!